CHAKRA

 

 

COSA SONO

 

Il termine chakra, in sanscito significa disco o ruota.

 

struttura di un chakra

Un chakra è sempre composto da una parte esterna e da una interna, detta “radice”.

La parte esterna ha la forma simile ad un imbuto e termina con una struttura più densa, detta “Filtro” che comunica con l’esterno.

Il Filtro ha lo scopo di difendere il chakra delle energie sottili esterne, soprattutto quelle psichiche e di filtrare in entrata le energie con esso compatibili da quelle non compatibili.

La Radice è il vero centro del chakra ed è diviso in una parte superiore, che aspira l’energia pulita ambientale e da una inferiore, che espelle nell’ambiente quella usata, congesta e sporca. La Radice è formata da due lobi ed un nucleo centrale da cui parte il condotto di collegamento con il canale energetico centrale del corpo.

 

1° CHAKRA MULADHARA (RADICE)

 

 

  primo chakra  

 

 

Posizione: base della colonna vertebrale, all'altezza dell'osso sacro.

Stadio evolutivo: dal 2° trimestre a 12 mesi.

Parti del corpo associate: sistema linfatico, scheletro (ossa e denti), prostata, vescica, sistema di evacuazione (intestino) e le estremità inferiori (gambe, ginocchia, caviglie, piedi).Senso e il suo organo: odorato e naso.

Sistema endocrino: ghiandole che secernano adrenalina.

Elemento: Terra. Il rapporto dell'individuo con la terra o i sentimenti prodotti in lui dal fatto di trovarsi sulla terra.

Orientamento verso il Sé: auto-conservazione.

Demone: paura.

Caratteristiche: è associato alle aree della sicurezza (denaro, lavoro, casa), della sopravvivenza, della fiducia e alla sensazione di essere sani e salvi. Riflette anche la relazione con la madre che procura nutrimento e luogo sicuro per i figli. Se si ha un senso di separazione, non ci si sente amati o nutriti da lei.

 

2° CHAKRA SVADHISTANA (DOLCEZZA)

 

    secondo chakra

 

 

Posizione: centro dell'addome.Stadio evolutivo: da 6 mesi a 24 mesi.

Parti del corpo associate: sistema riproduttivo, organi sessuali, sistema urinario.

Senso e il suo organo: gusto, appetito, lingua.

Sistema endocrino: gonadi (testicoli e ovaie).

Elemento: Acqua. Il rapporto dell'individuo con l'acqua (nuoto, barca, ecc.), se poco armonioso, si verificheranno problematiche con cibo e sesso.

Orientamento verso il Sé: auto-gratificazione.

Demone: colpa.

Caratteristiche: rappresenta la comunicazione tra il corpo e la coscienza che lo abita. È associato al principio del piacere nell'area del cibo e del sesso ed è legato alla pura sensazione e non all'idea di quello che secondo noi si dovrebbe provare.

 

3° CHAKRA MANIPURA (GEMMA LUMINOSA)

 

    secondo chakra

 

 

Posizione: plesso solare.

Stadio evolutivo: dai 18 mesi ai 4 anni.

Parti del corpo associate: sistema muscolare, pelle, stomaco, fegato.

Senso e il suo organo: vista, occhi.

Sistema endocrino: pancreas.

Elemento: Fuoco. Il rapporto dell'individuo con il fuoco o con il sole. Se è sensibile, questa sensibilità si riflette nelle aree del potere, del controllo o della libertà.

Orientamento verso il Sé: auto-definizione.

Demone: vergogna.

Caratteristiche: rappresenta la percezione relativa al potere, al controllo, alla libertà e alla facilità di essere se stessi.

 

4° CHAKRA ANAHATA (NON COLPITO)

 

    secondo chakra

 

 

Posizione: centro del petto.Stadio evolutivo: da 4 a 7 anni.

Parti del corpo associate: sistema circolatorio, cuore, seno, polmoni.

Senso e il suo organo: tatto, inteso come quello che prova una persona a essere toccata.

Sistema endocrino: timo, che controlla il sistema immunitario.

Elemento: Aria. Il rapporto dell'individuo con l'aria riflette la sua relazione con l'amore (dare – ricevere).

Orientamento verso il Sé: auto-accettazione.

Demone: dolore.

Caratteristiche: rappresenta il rapporto dell'individuo con l'ambiente. È legato al mettersi in relazione ai rapporti umani nella vita di una persona e alla sua percezione dell'amore.

 

5° CHAKRA VISUDDHA (PURIFICAZIONE)

 

    secondo chakra

 

 

Posizione: gola.

Stadio evolutivo: dai 7 ai 12 anni.Parti del corpo associate: gola, collo, braccia e mani, cervicale.

Senso e il suo organo: udito, orecchie.

Sistema endocrino: tiroide.

Elemento: Etere. L'elemento fisico più sottile, che corrisponde nella realtà fisica, allo spazio profondo.

Orientamento verso il Sé: auto-espressione.

Demone: bugie.

Caratteristiche: rappresenta sia gli aspetti dell'espressione e della capacità di ricevere, sia alle credenze riguardo alla manifestazione dei propri obiettivi. È associato anche al processo dell'ascolto del proprio intuito.

 

6° CHAKRA AJNA (PERCEPIRE E COMANDARE)

 

    secondo chakra

 

 

Posizione: centro della fronte.Stadio evolutivo: adolescenza.

Parti del corpo associate: fronte, tempie.

Senso e il suo organo: è l'insieme di tutti i sensi interiori, corrispondente a ogni senso fisico esteriore (ad es. il senso esteriore della vista è associato alla chiaroveggenza).

Sistema endocrino: ipofisi.

Elemento: Suono.

Orientamento verso il Sé: auto-riflessione.

Demone: illusione.

Caratteristiche: è associato al livello interiore più profondo dell'essere, chiamato Spirito e la capacità di comunicare con esso. Rappresenta anche la relazione con le proprie convinzioni filosofiche, religiose o spirituali e il fatto di essere in armonia con esse.

 

7° CHAKRA SAHASRARA (DAI MILLE PETALI)

 

    secondo chakra

 

 

Posizione: sommità del capo.

Stadio evolutivo: inizio della vita adulta e oltre.

Parti del corpo associate: sistema nervoso, cervello, capelli, unghie.

Senso e il suo organo: empatia.

Sistema endocrino: ghiandola pineale (o epifisi), collegata alla produzione di melanina.

Elemento: Luce interiore. È considerata l'elemento più sottile di cui è composto l'intero universo fisico.

Orientamento verso il Sé: auto-coscenza.

Demone: attaccamento.

Caratteristiche: rappresenta la parte delle nostre percezioni dell'unità o della separazione e corrisponde anche alla relazione con il padre e con l'autorità in generale.

 

PULIZIA DEI CHAKRA

 

chakra

 

La nostra vita, il nostro modo di affrontare le prove, gli eccessi emozionali, il stare circondati da persone con una vibrazione bassa e congesta, i pensieri negativi, il lamentarsi ecc. sono tutte situazioni che danneggiano i nostri chakra, abbassandne la frequenza e intasandoli.

Esistono vari metodi per pulire questi centri energetici e secondo la mia esperienza quelli più efficaci sono:

 

1) Cleanergy: un trasmutatore di energia con cui puoi fare un lavoro profondo sul chakra. Si va a pulire la radice (il nucleo del chakra) che è divisa in due: una parte superiore dove aspira l'energia pulita e una parte inferiore dove espelle energia congesta.

 

2) Reiki: l' ascolto di ogni vortice con le mani e con il cuore per poi far arrivare energia di luce per riarmonizzarli, adoperando anche varie manovre per far funzionare in modo corretto la nostra circolazione energetica.

 

3) Meditazione guidata: entrare in un profondo rilassamento, svuotare la mente e ascoltando l'operatore, visualizzare passo passo ogni singolo passaggio. Questo lavoro è molto utile anche da fare come mantenimento a casa, da soli per aver un miglior risultato nel tempo.